Eccolo! La telefonata di un extracomunitario sui loro diritti in italia.

La telefonata ricevuta il 9/11/2006 da Radiopadanialibera: “La prima pietra è stata messa, ora è importante andare avanti, nonostante le vostre proteste (cfr. Lega), …… Abbiamo i nostri diritti di avere scuole, moschee, cimiteri, ecc.”

http://leganordbergamo.myblog.it/media/02/00/994582256.mp3

che in occasione del prossimo gazebo in città, verrà diffusa con l’altoparlante.

Eccolo! La telefonata di un extracomunitario sui loro diritti in italia.ultima modifica: 2009-04-03T19:17:00+00:00da leganord.b
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Eccolo! La telefonata di un extracomunitario sui loro diritti in italia.

  1. Personalmente non ho discriminazioni nei confronti di coloro che vengono chiamati “extracomunitari”, anzi, come insegnante d’Inglese ho per loro un occhio di riguardo e considerazione. Tuttavia le pretese di avere moschee, cimiteri, scuole islamiche mi sembrano del tutto inaccettabili. Immaginiamo di trovarci nell’Azerbaijan ( ? ) e fare lo stesso con loro; a parte che lì rischieremmo grosso, ma sul serio, poi non ci permetterebbero di pensare e perfino ragionare ed esprimerci diversamente. Gli “extracomunitari”, se vogliono integrarsi con noi nel paese che era dei nostri avi devono imparare umilmente a chiedere per favore, se vogliono, e aspettare che noi si decida per il sì o per il no. Abbiamo da pensare anche alle nostre di famiglie, abitazioni, scuole, professioni…Integrazione ma quali diritti? Chi ti arroga il diritto, chiedi e ti sarà dato, ma a condizione che tu lavori e rispetti le leggi e le regole del nostro Stato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*