Bergamo in difficoltà… mentre continua a pagare gli sprechi del Sud

Bilancio, Palafrizzoni attinge all’avanzo

La tassa sui turisti? Sempre più probabile. La vendita delle azioni di A2A? Quasi una certezza. Dopo i numeri resi noti ieri sera dal sindaco Franco Tentorio per riassumere l’impatto che le manovre estive avranno sul bilancio comunale il prossimo anno, c’è poco da stare allegri. Tanto per dare l’idea: ulteriori tagli sui trasferimenti dello Stato per 2,6 milioni di euro (da sommare ai 3,9 del 2011) e un inasprimento del patto di stabilità quantificabile in un saldo attivo che alla fine dovrà essere di almeno 12 milioni di euro, ovvero sette in meno da spendere nel 2012. Una situazione straordinaria, insomma. Al punto che per la prima volta dopo moltissimi anni, Palafrizzoni, proprio con le variazioni di bilancio approvate ieri, ha dovuto ricorrere all’avanzo di amministrazione per far fronte al disavanzo di parte corrente: 1,3 milioni di euro che, assieme ai 6 milioni di oneri di urbanizzazione, hanno coperto un deficit di 7,3 milioni di euro. «Prudentemente – ha spiegato l’assessore Enrico Facoetti – abbiamo preferito utilizzare questa voce al posto delle plusvalenze legate alle alienazioni ancora da perfezionare. Nota positiva: i 630 mila euro che siamo riusciti ai distribuire ai vari assessorati, mitigando parzialmente il taglio del 10 per cento deciso a suo tempo».

Bergamo in difficoltà… mentre continua a pagare gli sprechi del Sudultima modifica: 2011-09-27T21:50:00+02:00da leganord.b
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *