La Provincia «sfratta» la Prefettura

pirovano,prefettura-bergamo,«Non è uno sfratto, è una rescissione anticipata del contratto, nel pieno rispetto del decreto sulla spending review». Mette i puntini sulle «i», il presidente Ettore Pirovano, ma la sostanza non cambia: la Provincia inviterà, con ufficiale letterina, la Prefettura a trovare una sede diversa dai 2.600 metri quadri attualmente occupati in via Tasso. Il motivo si scova tra le righe (ma nemmeno troppo) del decreto governativo di cui ieri mattina, sull’imbufalito andante, hanno parlato in un incontro a Verona i presidenti delle Province lombarde, piemontesi e venete (destinate in comitiva a sobbarcarsi per quest’anno un taglio di 158 dei 500 milioni previsti a livello nazionale: un terzo del totale). Tra i temi c’era proprio quello delle amministrazioni dello Stato «ospitate» sul territorio. Affitto di 500 mila euro L’articolo 3 del provvedimento, infatti, stabilisce che gli enti locali «concedono alle amministrazioni dello Stato, per le finalità istituzionali di queste ultime, l’uso gratuito di immobili di loro proprietà». Ovvero, addio canone, che attualmente, nel caso della Prefettura di Bergamo, è di circa 500 mila euro l’anno. Così i conti, per Via Tasso, non tornerebbero più: «La Provincia ha affitti attivi e passivi. A fronte dell’entrata che riceviamo dalla Prefettura, c’è la spesa per le sedi che noi abbiamo in locazione: le principali sono quella dell’assessorato al Lavoro, in viale Papa Giovanni, e all’Ambiente, in via Camozzi – dice Pirovano –. Il costo è di poco meno di mezzo milione l’anno». Insomma, oggi le due voci si pareggiano. «Ma se dal prossimo anno la Prefettura non deve più pagare nulla, il discorso cambia, e viene logico pensare di spostare gli assessorati negli spazi che oggi questa occupa, per andare in pari. Altrimenti creerei un danno economico all’ente». E visto che il decreto dice pure che gli enti possono «recedere dal contratto, entro il 31 dicembre 2012, anche in deroga ai termini di avviso prestabiliti», la strada seguita sarà questa. «Scriveremo immediatamente, credo che quattro mesi di preavviso siano sufficienti – aggiunge Pirovano –. Penso che anche il prefetto sia consapevole che sta succedendo questo». (da Eco di Bergamo,24-7-12)

La Provincia «sfratta» la Prefetturaultima modifica: 2012-07-26T17:08:00+02:00da leganord.b
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *