I Giovani padani invadono il Gp di Monza: “Nord, una marcia in più”

120910 monza.jpgLe immagini della premiazione del gran premio di Italia di Formula Uno sono state monopolizzate dal sole delle Alpi sventolate dai Giovani padani accorsi da tutta la Lombardia. Sono arrivati molti anche da Bergamo capitanati dal coordinatore federale Lucio Brignoli. “Oggi più che mai è giusto ribadire al mondo e ai mercati finanziari che qui siamo al Nord, che è una realtà ben diversa dal resto del Paese. Se ne sono accorti i principali quotidiani economici del mondo, prima o poi se ne accorgeranno anche Monti e Napolitano”, spiega Brignoli, coordinatore federale del Movimento. “Fosse stato per Roma oggi la gara si sarebbe corsa intorno all’Eur – ricorda Eugenio Zoffili, coordinatore lombardo dell’MGP – Il Gran Premio di Monza è un momento di autentico orgoglio lombardo e padano, momento in cui il Nord fa vedere al mondo come si costruiscono circuiti immortali e come si fabbricano macchine meravigliose. Il Nord, non solo nell’automobilismo, ha una marcia in più e ora, anche istituzionalmente, se ne va”. “Non ho visto ragazzi italiani fare a gara per sventolare il tricolore – commenta Andrea Villa, coordinatore provinciale del Movimento giovani padani di Monza e Brianza, responsabile dell’iniziativa all’interno dell’Autodromo – Agli italiani interessa solo il calcio, a noi interessa il destino del nostro popolo, del nostro amato Nord. Noi c’eravamo con le nostre bandiere, gli altri no: è una differenza sostanziale”. (BergamoNews,10-9-12)

I Giovani padani invadono il Gp di Monza: “Nord, una marcia in più”ultima modifica: 2012-09-12T19:22:00+02:00da leganord.b
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *