Teatro Creberg, Palazzetto, senza sosta i Lavori Pubblici

Presentato dall’Assessore ai Lavori pubblici Alessio Saltarelli il progetto complessivo per sistemare e mettere a norma l’intera struttura del Palazzetto dello Sport.  «Il palazzetto, datato 1961 è invecchiato e fuori norma ormai da anni – spiega l’assessore. Il nostro obiettivo non è solo quello di risolvere tutte le problematiche di cui ci si lamenta da sempre, ma anche ottenere un certificato idoneo alla prevenzione degli incendi». Le opere assorbiranno un milione di euro e saranno divise in due fasi per non intralciare l’attività sportiva in programma anche per i prossimi mesi. Si parte in estate da servizi igienici, circuiti elettrici, e soffittature per poi risolvere i problemi del tetto e delle uscite di sicurezza. «Per evitare di sottrarre la struttura a chi ne fa uso, la prima parte di lavori è stata suddivisa in due lotti e prevede durante l’estate gli interventi interni. In questo modo, oltre a non interferire con tutte le realtà che utilizzano il Palazzetto, manteniamo anche i posti disponibili per dare una mano alla squadra di pallavolo della Foppapedretti che, speriamo, continuerà a giocare qui. Noi ce lo auguriamo di cuore perché non solo promuovono lo sport, ma anche il turismo in città». Il progetto tiene anche conto della possibilità che in futuro possa partire il campus sportivo che prevede stadio e palazzetto a Grumello. «Se fra due o tre anni la Foppapedretti avrà il suo palazzetto – spiega Saltarelli – questa struttura non verrà certo abbattuta ma, anzi, potrà godere del secondo intervento con altri 800mila euro per la definitiva messa a norma. Privarsi di un palazzetto come questo, in una zona strategica della città, sarebbe un grande errore visto che c’è anche tanta richiesta di palestre da parte di  molte società sportive. Per questo e non dimenticando che sotto la struttura scorre il Morla, abbiamo scartato l’ipotesi dell’abbattimento».
La seconda parte dei lavori prevede una indispensabile riduzione dei posti a sedere che oggi sono 2.400: «La riduzione sarà di circa 400 posti e sarà indispensabile a ottenere la certificazione antincendi – ha concluso l’assessore. Nonostante questo rimarrà comunque un impianto fondamentale per tutta la città».

 

saltarelli conf stampa 2.jpg«Tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno – ha annunciato Alessio Saltarelli, Assessore ai Lavori Pubblici – dovrebbero partire i lavori per il trattamento acustico del PalaCreberg con l’isolamento acustico, la cui criticità oltre che causare disturbi ai residenti della zona altera l’acustica del teatro. Andremo a sistemare anche la dispersione termica che porta alle stelle i costi di riscaldamento della struttura».
La novità tanto attesa prevede il finanziamento di 850 mila euro da parte dell’Amministrazione.
L’intervento consentirebbe un utilizzo più intenso con allestimenti notturni, prove, registrazioni di trasmissioni tv. «Il Creberg Teatro doveva essere provvisorio invece è diventato stabile – ha spiegato l’assessore Saltarelli –. Il progetto in questione vuole rinforzare le strutture portanti e reticolari attraverso un vero e proprio guscio per poi andare ad aggiungere il materiale insonorizzante e isolante che toglierà disturbo ai residenti».
La speranza dell’Amministrazione, dopo che la prima gara di bando è andata deserta, è che ora, una volta riproposto, ci sia una risposta concreta da parte di chi è interessato a svolgere i lavori: «Ci siamo chiesti per quale motivo è andato deserto e abbiamo trovato subito risposte e soluzioni – conclude Saltarelli. Nei vecchi progetti chi partecipava alla gara con un progetto esecutivo andava a spendere dei soldi che avrebbe perso in caso di mancato successo. Ora con le nostre correzioni, chi si aggiudica l’intervento e realizza il progetto esecutivo, ha già la nostra indicazione di quel che deve fare. Così facendo evitiamo di far perdere soldi a chi vuole partecipare e chi andrà a vincere dovrà solo realizzare l’opera».

Teatro Creberg, Palazzetto, senza sosta i Lavori Pubbliciultima modifica: 2011-05-12T11:54:00+02:00da leganord.b
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *