Patto stabilita’: Maroni, via entro l’anno o disobbedienza

maroni nuovo.JPG“Se entro fine anno il Governo non modifica il patto di stabilità, dall’anno prossimo ci sarà obiezione o disobbedienza fiscale nelle regioni del Nord”. Lo ha ribadito il Presidente della Regione Lombardia e Segretario della Lega Roberto Maroni, a margine della festa del 2 giugno a Varese, ricordando l’impegno illustrato il 7 aprile a Pontida coi presidenti di Veneto e Piemonte. ‘Questa sarà la prima grande battaglia del Nord’, ha aggiunto.
‘Sulle riforme questo Governo ha la politica del gambero. E’ partito in pompa magna ma poi non farà niente’. Ne è convinto il leader della Lega, Roberto Maroni. A margine delle celebrazioni per il 2 giugno a Varese, ha detto che se il Governo Letta ‘come penso non cancella l’Imu, non impedisce l’aumento dell’Iva e non cancella il patto di stabilità, se ne deve andare a casa’.
‘Ci sarà l’obbligo per noi di ridurre i costi, abbiamo approvato un bilancio che ha chiuso la fase della Tanzania: la fase nuova prevede un dimagrimento delle spese, tagliando quelle non finalizzate alla attività politica’: lo ha spiegato Roberto Maroni parlando con i giornalisti a margine delle celebrazioni del 2 giugno in piazza a Varese. ‘Questo ho detto al Federale e questo farò – ha concluso – Il resto è solo una interpretazione dei giornali’.

Patto stabilita’: Maroni, via entro l’anno o disobbedienzaultima modifica: 2013-06-03T13:44:00+02:00da leganord.b
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *