Un altro passo per lo stop al gioco d’azzardo

130906 LUDOPATIA.jpgLa lotta al gioco d’azzardo entra nel vivo e diventa operativa. Regione Lombardia è pronta a varare la sua prima legge di contrasto al gioco d’azzardo patologico per regolamentare in maniera strutturata il fenomeno, concentrando in particolare l’attenzione alla proliferazione delle slot-machine. In Commissione Attività Produttive il consigliere Fabio Rolfi della Lega Nord è stato nominato relatore del provvedimento unico che recepirà le quattro proposte di normativa elaborate nei mesi scorsi dalla Giunta Regionale e dai gruppi consiliari. “L’obiettivo è dotarsi di un dispositivo ad hoc entro Ottobre – spiega Rolfi -. Grazie al contributo di tutti, questa sarà una legge completa e assolutamente innovativa per regolare e in parte contrastare un fenomeno che ogni giorno fa registrare fatti di cronaca drammatici. Noi pensiamo sia stato fatto un buon lavoro preparatorio e contiamo senza dubbio di arrivare ad una mediazione condivisa”. Nelle quattro proposte sono contenute indicazioni per l’assistenza dei ludopatici, la costituzione di centri di ascolto, l’erogazione di incentivi economici o di detassazione ai locali no-slot, l’introduzione di un “contributo etico” per chi invece ospita le macchinette e contemplano corsi di formazione per la Polizia Locale finalizzati ad agevolare un controllo più sistematico ed efficiente per il rispetto della normativa.

Un altro passo per lo stop al gioco d’azzardoultima modifica: 2013-09-06T18:05:00+02:00da leganord.b
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *