Sicurezza. Grande lavoro vanificato da provvedimenti del governo

sicurezza-bergamo,bandera,Prossima seduta straordinaria del Consiglio Comunale sulla Sicurezza a Bergamo. L’Assessore preposto, Massimo Bandera sta preparando i dati da mostrare ai consiglieri. “Non voglio anticipare dati di cui discuteremo in Consiglio ma posso anticipare alcune osservazioni . Sul fronte della sicurezza, la situazione è sotto controllo e noi ce la stiamo mettendo tutta. Però alcune nostre azioni vengono purtroppo vanificate da provvedimenti governativi che io non condivido. Per esempio, la nostra lotta all’accattonaggio è vanificata da chi (dal governo Monti in avanti) ha dato segnali di apertura e portato un maggior flusso di immigrati. Noi, con la questura e la prefettura, stiamo assicurando una forte presenza sul territorio e siamo al massimo della potenzialità, considerando uomini e mezzi a disposizione. Però il governo che non contrasta l’immigrazione rende tutto inutile. Il mio non è certo un segnale di razzismo, ma un’analisi dei dati di fatto: anche dal punto di vista della sicurezza non ci possiamo permettere di accogliere immigrati senza le verifiche necessarie. In molti casi, come per la Romania, che, essendo nell’Ue ha ora i suoi emigranti tutelati, da noi è arrivata anche una parte della loro criminalità. E non aiuta certo sentir parlare di amnistia, indulto e svuota-carceri. Si da l’idea che qui siano tollerate molte cose e non vi sia la certezza della pena. Non va poi dimenticato—dice Bandera—che noi stiamo lavorando in un momento in cui gli investimenti sono limitati e che se avessimo la possibilità di spendere i nostri soldi, la nostra attività sarebbe ancora più incisiva. Così come se ci fosse ancora Roberto Maroni ministro potremmo operare in maniera più tranquilla”.

Sicurezza. Grande lavoro vanificato da provvedimenti del governoultima modifica: 2013-10-23T20:15:00+02:00da leganord.b
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *