Via Tasso, patto con gli alpini per le emergenze

palazzo provincia.jpgLa collaborazione tra Protezione civile dell’Associazione nazionale alpini e Provincia si rinnova con la firma del protocollo operativo annuale siglato ieri dall’assessore provinciale alla Protezione civile Fausto Carrara e dal presidente sezionale dell’Ana Antonio Sarti.
«Anche quest’anno saranno erogati alla protezione civile dell’Ana 100mila euro. È motivo di vanto aver mantenuto invariata la cifra» ha sottolineato l’assessore, con un’importante novità: il 25% della cifra sarà versata in anticipo alle penne nere, a disposizione per le emergenze.
Altra novità riguarda la destinazione del contributo, illustrato dal presidente Sarti: «Quasi 30mila euro saranno impiegati a favore della sicurezza dei volontari. Oltre all’assicurazione provvederemo a sottoporre ogni uomo a viste mediche specializzate per garantire adeguata copertura sanitaria». In seguito verrà eseguita una ricognizione delle necessità di attrezzature della sezione e dei gruppi, ai quali lo scorso anno era stato destinato il finanziamento provinciale.
A fronte dell’impegno economico di via Tasso, l’Ana garantisce uomini specializzati e mezzi pronti a intervenire con una disponibilità 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno. «Gli alpini sono baluardo importante nelle emergenze – ha aggiunto Alberto Cigliano, dirigente del servizio Protezione civile. Sono volontari specializzati che vanno a implementare con le loro attrezzature le attività di prevenzione sul territorio. Forniscono un supporto logistico fondamentale nell’allestimento dei campi base nelle aree di intervento».
L’esercito di volontari
«I volontari della protezione civile sono circa 9.000, quasi un quarto costituiti da alpini, i cui cento nuclei garantiscono una presenza capillare su tutto il territorio – ha riconosciuto l’assessore –. Contribuiscono a sostenere quel modello bergamasco di protezione civile, di cui si deve essere molto orgogliosi e che dovrebbe essere imitato». A contribuire all’efficienza del sistema protezione civile, l’istituzione della colonna mobile provinciale che ancora una volta vede gli alpini far la parte del leone: «Dei quattro nuclei, uno è costituito da penne nere che si occupano in particolare dell’assistenza alla popolazione» ha ricordato Carrara. (da Eco di Bergamo,28-7-11)

Via Tasso, patto con gli alpini per le emergenzeultima modifica: 2011-07-29T18:02:00+02:00da leganord.b
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *