Bacheche pubbliche. Anche a Bergamo necessita di una revisione

locatelliIl sindaco di Chiuduno Stefano Locatelli, in risposta alle accuse lanciate dall’esponente provinciale de “La Destra” sulle bacheche del paese manda alcune dichiarazioni attraverso un comunicato della Lega Nord di Bergamo. “Vorrei far notare al reggente provinciale de ‘La Destra’, Giuseppe Clivati, firmatario dell’esposto presentato in Procura, che quello che definisce come una ‘scippo’ altro non è che un tentativo, da parte della maggioranza, di regolamentare una volta per tutte l’utilizzo delle bacheche comunali, attraverso un regolamento adottato da gran parte dei Comuni”, dichiara.

Attraverso questo regolamento, prosegue il primo cittadino “abbiamo diviso equamente tra maggioranza e minoranze le spazio a disposizione nelle bacheche comunali, a prescindere dai partiti politici di appartenenza. La decisione è stata presa a seguito delle richieste, lecitamente avanzate da parte di associazioni e gruppi sportivi presenti sul territorio, di poter avere a disposizione degli spazi sulle bacheche. Capirà il signor Clivati che, essendo impossibilitati ad acquisirne di nuove, ci è sembrato quanto mai opportuno ridistribuire gli spazi nella maniera più equa possibile”.

Il sindaco Locatelli ritiene gravi e diffamanti poi dichiarazioni riguardo al compenso percepito in qualità di primo cittadino di Chiuduno: “Per quanto riguarda le indennità, per altro stabilite dalla legge vorrei ricordare a Clivati che altro non ho fatto che applicare il decreto ministeriale, come la maggior parte dei sindaci. Sono stato accusato di fare parte della ‘casta’ politica in quanto sindaco, con la sola differenza che l’indennità che percepisco è di 12 mila euro netti. Non al mese, ma all’anno: la stessa indennità di chi mi ha preceduto per i primi tre anni di mandato. Facilissimo fare demagogia e populismo. Ci hanno accusato di effettuare tagli al sociale ecc…, ma vorrei chiedere a chi tanto si è prodigato per criticare il mio operato e quello della Giunta dove sono questi tagli? Nell’assestamento di bilancio di novembre dove sono stati stanziati fondi per il sociale, lo sport e le infrastrutture: da giugno ad oggi abbiamo recuperato soldi per oltre 600 mila euro, risanando un bilancio disastroso”.

Meno demagogia e più coerenza è, infine, l’invito che Locatelli rivolge al reggente de ‘La Destra’: “Alle elezioni amministrative del 2006 a Chiuduno, Clivati era il mio candidato sindaco con il simbolo della Lega Nord – ricorda il primo cittadino -, simbolo grazie al quale era riuscito ad ottenere i voti per essere eletto in minoranza. Io sono risultato il primo consigliere eletto grazie alle preferenze ricevute. Ero il più giovane seduto in consiglio comunale, avevo 22 anni. Candidato a segretario della circoscrizione 17 (Seriate e Val Calepio), Clivati purtroppo (o per fortuna, dipende dai punti di vista) non è stato votato dai militanti della zona e, mentre io sono diventato segretario, lui è stato espulso dal movimento. Dopo meno di un mese si era già tesserato a ‘La Destra’, movimento fondato su idee piuttosto diverse dal credo che andava predicando. Anziché dimettersi da consigliere comunale, Clivati ha pensato di fondare il gruppo de ‘La Destra’ in Consiglio. Alle provinciali del 2009 non è andata meglio per il candidato Clivati, che alle ultime amministrative ha aderito a una lista civica in cui confluivano esponenti de La Destra (ben 4 candidati consiglieri provinciali!) e del PSI. Ahimè, nemmeno lì è stato eletto (cinque preferenze), e la lista non è riuscita ad ottenere nemmeno un seggio in consiglio comunale”.

Bacheche pubbliche. Anche a Bergamo necessita di una revisioneultima modifica: 2011-12-07T14:08:00+01:00da leganord.b
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *