La Lega accende la discussione su Equitalia

L’assessore Enrico Facoetti: deve cambiare il rapporto tra la società di riscossione e il cittadino.

facoetti2.jpgEquitalia e il contribuente moroso. Equitalia e il recupero coattivo di tasse, imposte e multe non pagate. C’è il fine (ovvero il recupero dei soldi), ma anche il metodo. E l’assessore al Bilancio Enrico Facoetti ora ne fa una questione di metodo: «Equitalia? Credo che il tema davvero importante in questo momento sia il rapporto tra la società di riscossione dei tributi e il cittadino debitore. Mai come ora sarebbe importante avere un servizio più vicino al territorio, più attento ai casi particolari, alle situazioni di difficoltà».    Un fisco dal volto più umano quindi, Facoetti parla di «un concessionario di riscossione dei tributi in grado di instaurare un rapporto più collaborativo con i cittadini».    Il tema è molto caldo, drammaticamente d’attualità. Ci sono imprenditori schiacciati dai debiti che a causa delle difficoltà economiche arrivano a forme di protesta e a gesti estremi. Gesti disperati anche in casa nostra (dall’irruzione all’Agenzia delle entrate di Romano al tentato suicidio di un ex imprenditore di Calolziocorte oppresso dai debiti, solo nell’ultima settimana) che hanno acceso il dibattito sui metodi di riscossione utilizzati da Equitalia, giudicati da più parti troppo severi. «Sarebbe importante avere un concessionario che instauri un rapporto più collaborativo con i contribuenti, il che faciliterebbe anche il recupero dei soldi. E sarebbe importante una maggiore sensibilità verso chi è in condizioni difficili», rimarca l’assessore.  Il Comune di Bergamo ha affidato ad Equitalia il recupero coattivo di imposte, tariffe e sanzioni amministrative come fa il 90 per cento dei Comuni bergamaschi. Si va dalla tassa sui rifiuti alla vecchia Ici, dalle rette delle mense scolastiche alle multe.   «Abbiamo affidato all’esterno – prosegue l’assessore – solo la riscossione dell’imposta sulla pubblicità che è gestita dall’Aipa. E devo dire che quando ci sono casi di recupero di crediti c’è molta sensibilità nell’affrontarli.   Si cerca un colloquio con l’utente, gli si mostrano le cartelle esattoriali, cosa che non fanno tutti. Sono piccoli segnali di attenzione al cittadino che soprattutto in questo momento non possono mancare».  La protesta anti-Equitalia sta montando sempre più, sorretta dalla Lega che l’ha messa nella sua agenda politica. L’ex-ministro Roberto Maroni dal palco di Zanica ha lanciato anatemi contro la società pubblica di proprietà dell’Agenzia delle entrate e dell’Inps, invitando poi i sindaci leghisti «ad assumere il servizio in proprio». (da Eco di Bergamo,10-5-12)

La Lega accende la discussione su Equitaliaultima modifica: 2012-05-11T20:43:00+02:00da leganord.b
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *