Il ministro per l'”integrazione” a Bergamo

malanchini,pedretti,ribolla,iwobiIl ministro Kyenge è arrivata in università a Bergamo per partecipare al convegno organizzato dal segretariato migranti della diocesi bergamasca. Ad attenderla un gruppo di leghisti tra i quali il sindaco di Spirano Giovanni Malanchini, dal suo assessore di colore Toni Iwobi, dal capogruppo del Carroccio a Palafrizzoni Alberto Ribolla e dall’ex consigliere regionale Roberto Pedretti. Gli esponenti della Lega Nord hanno sfoggiato magliette con le scritte “Iwobi con i padani, Kyenge con i clandestini” e anche uno striscione: “Tony ministro, Kyenge solita minestra”, mentre in cielo volteggiava un aereo con lo striscione “Stop ai clandestini“.
Al convegno ha partecipato anche Antonio Ingroia, candidato alle ultime elezioni per Rivoluzione civile e i leghisti hanno commentato: “Fa piacere che l’ufficio migranti e il vescovo considerino di più Ingroia del sindaco e del presidente della Provincia – attacca Ribolla – che non sono stati nemmeno avvisati”. Mentre per Roberto Pedretti “..e se esiste un problema “integrazione” al Nord (dove risiedono i 2/3 degli stranieri in Italia) come potrà risolverlo una dentista proveniente dal Congo con 38 fratelli ?”. E Giovanni Malanchini spiega : “Le nostre sono proposte serie e non campate per aria. Lo “ius soli” non  convince ma prima di contestare vorremmo dialogare e ciò non ci è stato concesso. Riteniamo questo ministero semplicemente inutile”.

Il ministro per l'”integrazione” a Bergamoultima modifica: 2013-07-13T14:40:00+02:00da leganord.b
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *