tra le numerose iniziative in Provincia, segnaliamo in particolare

 

FESTE LEGA NORD:

fino a domenica 5 maggio:
FESTA LEGA NORD a ZANICA

  c/o Area Feste, via Cremasca (Zanica)

 

*** 

S
aranno presenti:

Sabato 4-mag, alle ore 20,30:
 
On. Giancarlo GIORGETTI
Capogruppo Lega Nord Camera dei deputati
Presidente Nazionale Lega Nord-Lega Lombarda

 

Le Amministrazioni della Lega : Lega e centrosinistra insieme nel rilancio dei piccoli negozi

Alleanza dei sindaci di Stezzano, Orio, Grassobbio, Zanica e Azzano. Inaugurato il Distretto Morus Alba. «Uniti per superare la crisi»

stezzano,orio,azzano,grassobio,zanica,amministrazioni-legaBrighella cantano e danzano: «Qui comando io, e questa è casa mia»; il servizio ai tavoli è sceneggiato con i costumi del Giopì; i borfadei (polenta e latte) attirano decine di assaggiatori esigenti e soddisfatti; gli aerei sgualciscono irriverenti il povero cielo; ci sono mostre di vecchie foto, visite guidate, salita al campanile. Denominatore comune di questo groviglio di eventi, i caàler, i bachi da seta, ai quali si è ispirato il Distretto del commercio Morus Alba che comprende i comuni di Stezzano (capofila), Orio al Serio, Grassobbio, Zanica, Azzano San Paolo. In questi paesi ieri mattina si è snodato come un cordone ombelicale lungo 19 km, un itinerario enogastronomico (Filo dei sapori) che prendendo per la gola gli oltre 400 partecipanti li ha indotti, paese per paese, a visitare monumenti e ad ascoltare brani di storia locale. Quartier generale a Orio, nel Parco Collodi, da dove hanno preso il via a scaglioni di quattro centurie camminatori o ciclisti. Una partenza lenta, perché l’energetica colazione (caffè, cappuccino, brioche, latte, spremuta di frutta, fetta di torta) ha richiesto tempo per essere consumata. Seduti ai tavoli i prodi camminatori si sono leccati i baffi, finché l’organizzatore Angelo Dossena ha annunciato la partenza del gruppo. Passa un’oretta e dopo cappuccino, brioche e spremuta un altro gruppo si è avviato sul percorso. Mentre centinaia di persone arabescavano il parco, i rappresentanti dei comuni del Distretto sono giunti alla rinfusa per predisporsi al taglio del nastro oltre il quale non c’era alcun locale nuovo ma il prato, libero e aperto. Si è composto un quintetto con Gianluigi Pievani sindaco di Orio (Lista civica); Simona Pergreffi sindaco di Azzano San Paolo (Lega Nord); Giovanni Calabria assessore al Commercio di Stezzano (Lega Nord-Pdl); Bruno Brolis assessore alla Cultura di Zanica (Lista civica di centrosinistra); Marco Paciolla assessore al Commercio di Grassobbio (Lega Nord). Un quadro impressionista per colori e connotazioni politiche che «nei momenti di difficoltà non diventano un ostacolo ma anzi inducono ad allearsi per fare unione e forza», ha sottolineato Pergreffi. «C’è una linea rosa – ha precisato Pergreffi – fra Dalmine, Stezzano, Azzano e Seriate, con quattro sindache leghiste ognuna con un caratterino mica male». I maschi hanno annuito. Brolis (unico di centrosinistra) a disagio? «Nient’affatto – ha reagito – l’obiettivo di favorire l’economia in difficoltà ci unisce al di là della collocazione politica». Emiliano Amadei vicepresidente di Morus Alba ha tagliato il nastro inaugurale. Il presidente Giovanni Calabria ha spiegato: «Il Distretto vuole essere il coordinamento dei negozi di vicinato in modo da creare sistema tra i commercianti, creare attrattiva verso i nostri territori in un concerto di pubblico e privato». All’inaugurazione ha assistito un piccolo morus alba, un gelso, il primo piantato dal Distretto. «È volutamente piccolo e giovane, così cresce insieme al Distretto» ha spiegato Pievani. Lui era lì dall’alba, a sistemare, organizzare, rispondere a richieste logistiche. Orio ha dato il benvenuto con una mostra di vecchie foto sulla dinamica economica e sociale dei bachi da seta in Bergamasca e con l’apertura della torre del ‘400, con oggetti di vita contadina e un ammirevole panorama. A Grassobbio successo personale dei borfadei. È un piatto bergamasco, povero in canna: bastano acqua, latte, farina bianca e farina gialla. La Luigina Benigna ha dettato la ricetta e le istruzioni per l’uso: si fa bollire acqua e latte, si mescolano le farine e si mettono lentamente nella bollitura e si continua a girare con olio di gomito. Emanuele Ponti ha distribuito. Ha servito anche la Luigina che era molto soddisfatta del risultato raccontando che lei ogni tanto alla domenica li fa i borfadei. Ragazzi con meno di vent’anni li hanno assaggiati: «Li farò fare a mia mamma». (Eco di Bergamo,10-09-12)

 

Lega Nord: Calderoli, grande successo a Zanica

lega-unita,calderoli,invernizzi,zanica,La Lega Nord, in una nota, ”esprime tutta la sua soddisfazione per l’ottima riuscita del Lega Unita Day, a Zanica, festa organizzata con soli tre giorni di preavviso eppure riuscitissima, sia in termini di partecipazione, con più di 5000 presenti, nonostante il maltempo che ha flagellato la provincia di Bergamo in questi giorni, sia in termini organizzativi. Complessivamente, per organizzare e allestire questa festa e in particolare il Lega Unita Day, hanno lavorato 120 volontari, garantendo, tra l’altro, anche 1300 posti a sedere e altrettanti pasti completi nell’affollatissimo tendone dell’area feste dove si è consumato il pranzo dei lavoratori padani”.

Un ringraziamento al segretario provinciale bergamasco, Cristian Invernizzi, e a tutti i volontari orobici arriva dal Coordinatore delle Segreterie Nazionali della Lega Nord, Roberto Calderoli, che spiega: ”E’ stata una splendida giornata e per questo non posso che ringraziare di cuore e applaudire tutti quelli che hanno lavorato in questi giorni a Zanica. Ma non solo. Desidero esprimere la mia soddisfazione e rivolgere il mio ringraziamento a tutti i leghisti bergamaschi per il grande lavoro che Bergamo si è sobbarcata nell’arco di pochi giorni con l’organizzazione di una serie di eventi importanti quali la serata dell’Orgoglio Leghista, l’Assemblea di tutti i militanti ad Alzano e oggi il Lega Unita Day. Come sempre Bergamo è davanti a tutti!”.